Birra alla Spina: Carlsberg Italia lancia la nuova era senza CO2 aggiunta

Leave a comment

November 23, 2013 by marianomarta

Birra alla spina- pagina 1 al centro
http://www.circuitiverdi.it/blog/2011/10/01/carlsberg-eco-fusto-ultraleggero-in-pet/

 

Testo quasi interamente dal sito di Carlsberg italia.

“Carlsberg Italia presenta un nuovo modo di bere la birra, che coniuga un prodotto di estrema qualità ad una sostanziale riduzione dell’impatto ambientale grazie ad un’innovativa tecnologia di spillatura.”

QUANDO e CHI

Il percorso sostenibile è stato intrapreso nel 2010 con la ricerca di Carlsberg Italia con IEFE – Istituto di Economia e Politica dell’Energia e dell’Ambiente dell’Università Bocconi – un percorso di analisi del ciclo di vita delle birre Carlsberg e Tuborg con l’obiettivo di valutarne gli impatti ambientali associati agli scenari di produzione, confezionamento e distribuzione tramite fusti tradizionali in acciaio, fusti in PET e bottiglie in vetro.

PERCHÉ?

Perchè- fusto in basso a sinistra

Questa innovazione è basata sui valori della qualità e della sostenibilità, con il nuovo sistema di spillatura (senza aggiunta di CO2) e con l’impiego di fusti in PET riciclabile che sostituiscono i più ingombranti e meno ‘green’ fusti in acciaio la birra non è più contenuta nei tradizionali fusti di acciaio.

Perchè- fusto in basso a destra

Il Prodotto

La birra non è più contenuta nei tradizionali fusti d’acciaio, ma in fusti in PET, Il risultato è così una birra di qualità più elevata, in quanto più fresca più a lungo, e a minor impatto ambientale.

Dallo studio effettuato emerge che la soluzione basata sull’impiego dell’innovativo fusto in PET è vincente sotto il profilo ambientale per i seguenti motivi:

•La spillatura avviene tramite l’applicazione di una pressione di aria esternamente al fusto, a differenza della classica spillatura tramite bombole di CO2.
•Migliora la qualità del prodotto, che non viene in contatto con CO2 esterna durante la spillatura.

•Si allunga la vita utile del prodotto, sia in magazzino che a fusto aperto, riducendo in questo modo gli sprechi.
•Il peso della materia prima utilizzata è ridotto al minimo (poco più di 200 g di PET per un fusto da 20 litri, rispetto agli 8 kg di acciaio di un fusto tradizionale da 25 litri e ai 200 g di vetro per una bottiglia da 33cl distribuita in confezioni).
•Il sistema dei fusti comporta una drastica riduzione dei trasporti su gomma, inoltre la dimensione del fusto consente di ottimizzare il carico dei mezzi che consegnano la birra.
•Il modulo di lavaggio con compressore integrato contenuto nel sistema, consente un lavaggio automatico e in autonomia, permettendo un abbattimento degli sprechi di birra legati al lavaggio dell’impianto.
PERCHÉ MI ISPIRA

Perchè mi ispira- a destra

Questa innovazione mi ispira poichè è in grado di offrire una qualità della birra senza eguali, la stessa tecnologia permette di avere grandi benefici ambientali.

Lo studio comparativo tra l’utilizzo dei fusti in PET e i fusti in acciaio ha evidenziato come la nuova soluzione risulti meno impattante rispetto alla tradizionale per quanto riguarda il consumo totale di risorse (-44%), l’utilizzo totale di energia (-21%), il potenziale di effetto serra (-28%), emissioni in atmosfera (-31%), il potenziale di acidificazione (-11%), i rifiuti generati (-19%), e infine i rifiuti pericolosi generati (-47%).

LINK

www.italiasquisita.net

www.greenews.info

www.thefriendspub.it

www.consorziocreta.com

www.liquida.it/carlsberg-italia

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: